Roma Bella

Visite guidate a Roma e nel Lazio

APPUNTAMENTO: GIOVEDI 6 GENNAIO 2022, H 16 DI FRONTE ALLA BASILICA DI SAN PIETRO IN VINCOLI. DURATA: 1 H. LA GUIDA E' RICONOSCIBILE IN LOCO DAL CARTELLO ROMA BELLA.

PRENOTAZIONE: OBBLIGATORIA VIA MAIL A: inforomabella@virgilio.it, o chiamando i n. tel. 0697858194; 0661661527, cell. 3669430785 (WHATSAPP).

La basilica di San Pietro in Vincoli si trova sul Colle Oppio nel Rione Monti. E' chiamata anche basilica Eudossiana dal nome della fondatrice, Licinia Eudossia, ed è famosa per la tomba di papa Giulio II Della Rovere, con il Mosè di Michelangelo Buonarroti.

Venne eretta nel 442, vicino alle Terme di Tito sull'Esquilino, da Licinia Eudossia, figlia di Teodosio II e moglie dell'imperatore Valentiniano III, al posto di un precedente luogo di culto denominato titulus apostolorum.

Sotto l'attuale chiesa è stata individuata una domus databile al III sec. d. C. in seguito demolita nella seconda metà del IV secolo, per far posto ad una spaziosa chiesa a pianta basilicale dedicata agli Apostoli, di cui era titolare il Presbitero Filippo, legato pontificio nominato da Papa Celestino I al Concilio di Efeso (431), il quale in un testo la menziona con il nome di "Ecclesia Apostolorum". La primitiva chiesa andò in rovina per cause non note, ma Filippo, con l'aiuto di Licinia Eudossia, la fece riedificare mantenendone le stesse dimensioni (m. 28 x m. 60 circa).

Secondo la ben nota tradizione, Elia Eudocia, madre di Eudossia, durante un pellegrinaggio in Palestina nel 442, ricevette in dono da Giovenale Patriarca di Gerusalemme le catene che avrebbero legato San Pietro durante la prigionia, a Gerusalemme, per ordine di Erode Agrippa. Elia Eudocia inviò la figlia Licinia Eudossia con tali catene a Roma.

visite con la guida a San Pietro in Vincoli a Roma

Quando Licinia Eudossia mostrò le catene di Pietro a Papa Leone I, egli le accostò a quelle che erano già a Roma, in possesso del papa, e che a loro volta avevano incatenato Pietro nel Carcere Mamertino. Le due parti si unirono miracolosamente in modo irreversibile. A ricordo del miracolo, fu fatta costruire la nuova basilica.

Ai rifacimenti di papa Giulio II risale l'architettura odierna della basilica, con il portico d'ingresso, e la ristrutturazione del vicino convento. Il progetto del chiostro è attribuito da Giorgio Vasari a Giuliano da Sangallo. Il convento fu adibito, dopo l'unità d'Italia, a sede della Facoltà di Ingegneria della Sapienza.

Il bellissimo portico fu edificato su progetto di Baccio Pontelli, ed è formato da cinque archi sorretti da sei colonne ottagonali, chiuso da una cancellata di bronzo, i capitelli riportano lo stemma dei Della Rovere.

La navata centrale presenta volta a botte ribassata, ornata con i cassettoni da Francesco Fontana nel 1706. Il pavimento, distrutto nel 1956 per consentire gli scavi sotto la basilica, è di costruzione moderna.

Subito a sinistra dell'ingresso, è la tomba dei pittori fiorentini Antonio e Piero del Pollaiolo; all'inizio della navata sinistra è il monumento del Card. Niccolò Cusano, opera del 1465 di Andrea Bregno.

Il presbiterio attuale è opera di Virginio Vespignani (1876-1877). Del presbiterio antico resta solo l'altare centrale, realizzato nella ristrutturazione del 1465 commissionata dal card. Cusano.

L'altare in marmo mostra il reliquiario chiuso contenente l'urna delle Catene di San Pietro, realizzata nel 1856 da Andrea Busiri Vici.

Nel braccio del transetto destro, possiamo ammirare il famosissimo Mausoleo che doveva essere la tomba a parete di Papa Giulio II. Il pontefice incaricò dell'opera Michelangelo nel 1505, ma essa fu interrotta varie volte e il completamento si ebbe solo nel 1545, ovvero 32 anni dopo la morte di Giulio II. Il progetto iniziale di Michelangelo era molto più grande ed era in realtà destinato alla basilica vaticana. Lo scultore aveva previsto più di quaranta statue, che dovevano formare un complesso a forma di piramide in onore del papa. La versione che vediamo oggi, dopo ben sei modifiche, contempla sette statue, di cui solo una, il famoso Mosè, di Michelangelo. E' considerato una delle più alte opere della scultura rinascimentale; è alto 2 m. e 35 cm. La statua, che inizialmente era stata scolpita in posizione frontale, 25 anni dopo il suo completamento, fu modificata da Michelangelo, volgendone lo sguardo verso sinistra pare per distogliere lo sguardo dalle catene di Pietro. Per realizzare la miracolosa torsione della statua, ridusse il ginocchio sinistro per piegare all'indietro la gamba e ruotò a destra la barba per mancanza di marmo a sinistra. II naso fu ricavato dalla gota sinistra.

La visita guidata alla basilica di San Pietro in Vincoli con l'associazione culturale Roma Bella è gratis. La tessera di Socio (€15) si fa in loco, vale 12 mesi e consente di prendere parte gratis a un numero illimitato di attività culturali.

Contattaci


Titolare, responsabile e incaricati del trattamento
Il titolare del trattamento di questo sito web è

Associazione Roma Bella
C.F. 90128950566

L’elenco aggiornato dei responsabili e degli incaricati al trattamento può essere richiesto direttamente al titolare.

Finalità del trattamento

I Tuoi dati personali sono trattati per le seguenti finalità:

Gestire e mantenere il sito web;
Adempiere agli obblighi precontrattuali, contrattuali e fiscali derivanti da rapporti in essere;
Adempiere agli obblighi previsti dalla legge, da un regolamento, dalla normativa comunitaria o da un ordine dell’Autorità;
Prevenire o scoprire attività fraudolente o abusi dannosi per il sito web;
Inviarti via mail informazioni su prodotti o servizi;
Raccogliere e processare gli ordini da te effettuati;
Permettere di registrarti al sito web;
Permetterti l’iscrizione al servizio di newsletter fornito dal Titolare e degli ulteriori Servizi eventualmente da Te richiesti;
Inviarti via e-mail newsletter, comunicazioni commerciali e/o materiale pubblicitario su prodotti o servizi offerti dal Titolare
Soft spam

Nel caso fossi già cliente potrai ricevere comunicazioni commerciali tramite e-mail relative a servizi e prodotti analoghi a quelli di cui hai già usufruito. Potrai in qualsiasi momento richiedere la rimozione da questo servizio contattando il Titolare o facendo click nell’apposito pulsante all’interno delle mail.

Categorie di dati personali trattati

Il Titolare per quanto concerne questo sito web tratta dati personali e identificativi tra cui:

Dati di fatturazione: intestazione attività, indirizzo completo, codice fiscale, partita IVA;
Dati di contatto: telefono e e-mail;
Dati di contatto facoltativi: nome, cognome, telefono mobile, numero di fax e posta elettronica certificata;
Destinatari e categorie di destinatari a cui i tuoi dati personali vengono comunicati

Il Titolare comunicherà i tuoi dati ai soggetti ai quali la comunicazione è obbligatoria per legge, come ad esempio soggetti che gestiscono i dati ai fini fiscali o organismi di vigilanza e autorità giudiziarie. I Tuoi dati non saranno diffusi a terzi.

Informiamo inoltre che i dati sono custoditi per nostro conto da soggetti terzi tramite servizi specifici che ci vengono forniti (database, fornitori di hosting, fornitori di servizi web, soggetti che gestiscono i nostri computer o i nostri software).

Modalità del trattamento

Il trattamento dei Tuoi dati personali è realizzato conformemente alla vigente norma. I Tuoi dati personali possono essere sottoposti a trattamento sia cartaceo che elettronico e saranno trattati in modo corretto, trasparente e con la massima tutela per le tue informazioni.

Non viene effettuata profilazione in grado di identificarti univocamente;
Nel sito web è presente lo strumento di statistica Google Analytics che viene utilizzato per conoscere dati dettagliati su quante persone visitano il sito web e quali pagine guardano, ecc. Questo strumento è stato impostato in modo che il tuo indirizzo IP sia anonimizzato. Da queste statistiche quindi non è possibile risalire a una specifica persona.
Diritti degli interessati

In qualità di interessato, hai i diritti di cui all’art. 7 Codice Privacy e art. 15 GDPR e precisamente:

Diritto di accesso. Hai il diritto di ottenere la conferma che sia in corso un trattamento, l’accesso ai dati che ti riguardano e tutte le informazioni sulle finalità, sugli eventuali destinatari a cui vengono comunicati i tuoi dati personali, sull’origine dei dati (nel caso non sia raccolti presso l’interessato), sulla durata del trattamento e sulle eventuali conseguenze di un trattamento basato sulla profilazione;
Diritto di rettifica: Hai il diritto di richiedere la rettifica, l’integrazione o modifica dei dati personali che ti riguardano;
Diritto alla cancellazione: Puoi ottenere la cancellazione dei tuoi dati personali se non sono pertinenti, inadeguati rispetto alle finalità del trattamento, se revochi il consenso oppure se i dati sono trattati in un modo illecito;
Diritto alla limitazione del trattamento: Hai il diritto ad ottenere che il trattamento sui tuoi dati sia limitato, ossia, che i tuoi dati personali siano contrassegnati con l’obiettivo di limitarne l’ulteriore trattamento (eccetto quello strettamente tecnico per la conservazione);
Diritto alla portabilità: Hai il diritto di ottenere i dati in formato elettronico e che questi siano trasferiti a un altro titolare del trattamento (per i dati trattati con mezzi automatizzati e laddove sia tecnicamente possibile);
Per esercitare questi diritti potrai contattare il Titolare del trattamento attraverso la pagina contatti.

Diritto di opposizione

Hai il diritto di opporti in qualsiasi momento per motivi connessi alla tua situazione al trattamento dei dati personali che ti riguardano.

Hai il diritto di proporre reclamo a un'autorità di controllo se ritieni che siano stati violati i tuoi diritti o che i tuoi dati personali siano stati utilizzati in modo non corretto.

Conservazione e raccolta dei dati

I dati vengono conservati in formato elettronico o cartaceo nei modi più consoni e sicuri per un periodo di:

Dati obbligatori per legge (es. dati per la fatturazione) per un periodo definito dalla durata obbligatoria di legge;
Dati come indirizzi e-mail, nome e cognome, telefono, fax, ecc. fino a quando non ne richiedi la cancellazione o effettui la disiscrizione da eventuali servizi;
Conferimento dei dati o mancato conferimento

Il conferimento dei dati è obbligatorio per quel che riguarda gli obblighi di legge e facoltativo per quel che riguarda l’eventuale uso di specifici servizi. Il rifiuto dei dati obbligatori (come per esempio quelli per la fatturazione) impedisce di svolgere gli adempimenti connessi alla normale gestione del rapporto di lavoro, mentre il rifiuto dei dati necessari per i servizi impedisce l’erogazione degli stessi.

Modifiche alla presente informativa

La presente Informativa potrà subire variazioni e aggiornamenti.

I campi contrassegnati dall'asterisco (*) sono obbligatori