Roma Bella

Visite guidate a Roma e nel Lazio

APPUNTAMENTO: DOMENICA 15 NOVEMBRE 2020 H 20,30 A PIAZZA MATTEI DAVANTI ALLA FONTANA DELLE TARTARUGHE. TERMINE ALLA FONTANA DI TREVI. DURATA: 1 H E 45'. LA GUIDA E' RICONOSCIBILE IN LOCO DAL CARTELLO ROMA BELLA.

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA VIA MAIL A: inforomabella@virgilio.it, o chiamando i n. tel. 0697858194; 0661661527, oppure compilando il form sottostante. La passeggiata guidata serale delle fontane di Roma con l'associazione culturale Roma Bella è gratis per i Soci.

Iniziamo questo appassionante percorso serale a Piazza Mattei nella zona del ghetto ebraico, con la fontana delle Tartarughe. Fu progettata dall'arch. Giacomo Della Porta nel 1581, per volontà di Gregorio XIII, insieme con lo scultore fiorentino Taddeo Landini, che aggiunse al basamento marmoreo 4 efebi nudi e 8 delfini. La fontana fu terminata nel 1588, e dei delfini previsti furono infine collocati solo quelli più bassi, poiché la pressione dell'acqua non consentiva la potenza necessaria per lo zampillo. Le tartarughe sul catino superiore della fontana furono aggiunte dopo la metà del XVII secolo da Gian Lorenzo Bernini, che scelse questo animale, tenace, paziente, resistente ad ogni condizione, quasi a voler omaggiare le qualità del popolo ebraico.

Attraversiamo il Tevere all’altezza dell’isola tiberina e ci dirigiamo verso Trastevere. La fontana di piazza Santa Maria in Trastevere è stata costruita su progetto di Donato Bramante, con interventi successivi da parte di Gian Lorenzo Bernini e Carlo Fontana, partendo da un precedente monumento forse addirittura di epoca romana. Si pensa sia la più antica fontana di Roma tuttora funzionante, ed è collegata alla memoria di una antica fonte in quel luogo di epoca augustea, sebbene non esistano prove sicure. Forse in origine era alimentata dall'Aqua Alsietina proveniente dal Lacus Alsietinus ovvero l’attuale lago di Martignano, la cui acqua veniva utilizzata per riempire la Naumachia Augusti presso Piazza San Cosimato.

La fontana di Ponte Sisto, nota anche come fontana dell’acqua Paola o “fontanone dei Cento Preti”, è in piazza Trilussa. All'inizio del Seicento il Trastevere, ancora scarsamente rifornito d'acqua potabile, fu al centro dell’impegno del pontificato di Papa Paolo V Borghese (sul trono di Pietro dal 1605 al 1621). Nel 1608 il Comune di Roma accettò di contribuire alle spese per il riallaccio dell'antica Aqua Traiana che, riconducendo a Roma l’acqua del Lacus Sabatinus, avrebbe garantito l'autonomia idrica dei territori urbani trans Tiberim. Nel 1610 fu aperto il nuovo acquedotto, al quale vennero allacciate alcune derivazioni che permettevano all'acqua di raggiungere anche il Vaticano.

Le due Fontane di piazza Farnese, una davanti al Palazzo di Roccagiovine (Ambasciata Cipriota), l’altra davanti alla chiesa di Santa Brigida, furono trovate nel XVI secolo alle terme di Caracalla e sono quindi del III secolo d.C. Furono collocate nel 1466 a piazza San Marco, e qui svolsero una funzione a dir poco spettacolare: nel corso del Carnevale romano vi si riparavano all’interno i giudici di gara che dovevano giudicare il cavallo vincitore della Corsa dei Barberi d’Arabia, i cavalli semi-addomesticati che venivano spinti al galoppo sfrenato con pece bollente gettata sulla groppa, lungo Via del Corso, e catturati poi gettando loro addosso delle coperte, di fronte alle due vasche. In seguito Paolo III Farnese (1534-1549) ne fece posizionare una al centro di Piazza Farnese mentre la seconda seguì poco dopo, nel 1580, per opera di Giacomo della Porta.

Piazza Navona è ornata da tre stupende fontane: la Fontana del Moro o dell’Etiope, di G. A. Mari che la realizzò nel 1654 su progetto di Gian Lorenzo Bernini, la Fontana dei Quattro Fiumi, capolavoro assoluto dello stesso Bernini voluto da Papa Innocenzo X Pamphili ed eseguita dal 1647 al 1651, e la Fontana dei Calderari, con vasca mistilinea di Giacomo Della Porta e sculture con soggetti marini aggiunte solo nel XIX secolo.

La tappa finale della nostra scarpinata è la Fontana di Trevi. Venne progettata da Nicolò Salvi nel XVIII secolo. Alimentata dall’Aqua Virgo condotta a Roma nel 19 a.C. da Agrippa, genero di Ottaviano Augusto, si appoggia alla facciata di Palazzo Poli, chiudendone alcune finestre. La statua centrale raffigura il titano Oceanus su un carro a forma di conchiglia, mentre incede trainato da due cavalli che rappresentano il mare tempestoso ed il mare quieto. Numerosi sono i racconti (con le varie differenti versioni) che riguardano questo miracolo di scultura e architettura, e migliaia di persone visitano ogni giorno la fontana di Trevi per poter lanciare una monetina nella vasca, che come vuole la tradizione, assicura il ritorno a Roma!

Contattaci


Titolare, responsabile e incaricati del trattamento
Il titolare del trattamento di questo sito web è

Associazione Roma Bella
C.F. 90128950566

L’elenco aggiornato dei responsabili e degli incaricati al trattamento può essere richiesto direttamente al titolare.

Finalità del trattamento

I Tuoi dati personali sono trattati per le seguenti finalità:

Gestire e mantenere il sito web;
Adempiere agli obblighi precontrattuali, contrattuali e fiscali derivanti da rapporti in essere;
Adempiere agli obblighi previsti dalla legge, da un regolamento, dalla normativa comunitaria o da un ordine dell’Autorità;
Prevenire o scoprire attività fraudolente o abusi dannosi per il sito web;
Inviarti via mail informazioni su prodotti o servizi;
Raccogliere e processare gli ordini da te effettuati;
Permettere di registrarti al sito web;
Permetterti l’iscrizione al servizio di newsletter fornito dal Titolare e degli ulteriori Servizi eventualmente da Te richiesti;
Inviarti via e-mail newsletter, comunicazioni commerciali e/o materiale pubblicitario su prodotti o servizi offerti dal Titolare
Soft spam

Nel caso fossi già cliente potrai ricevere comunicazioni commerciali tramite e-mail relative a servizi e prodotti analoghi a quelli di cui hai già usufruito. Potrai in qualsiasi momento richiedere la rimozione da questo servizio contattando il Titolare o facendo click nell’apposito pulsante all’interno delle mail.

Categorie di dati personali trattati

Il Titolare per quanto concerne questo sito web tratta dati personali e identificativi tra cui:

Dati di fatturazione: intestazione attività, indirizzo completo, codice fiscale, partita IVA;
Dati di contatto: telefono e e-mail;
Dati di contatto facoltativi: nome, cognome, telefono mobile, numero di fax e posta elettronica certificata;
Destinatari e categorie di destinatari a cui i tuoi dati personali vengono comunicati

Il Titolare comunicherà i tuoi dati ai soggetti ai quali la comunicazione è obbligatoria per legge, come ad esempio soggetti che gestiscono i dati ai fini fiscali o organismi di vigilanza e autorità giudiziarie. I Tuoi dati non saranno diffusi a terzi.

Informiamo inoltre che i dati sono custoditi per nostro conto da soggetti terzi tramite servizi specifici che ci vengono forniti (database, fornitori di hosting, fornitori di servizi web, soggetti che gestiscono i nostri computer o i nostri software).

Modalità del trattamento

Il trattamento dei Tuoi dati personali è realizzato conformemente alla vigente norma. I Tuoi dati personali possono essere sottoposti a trattamento sia cartaceo che elettronico e saranno trattati in modo corretto, trasparente e con la massima tutela per le tue informazioni.

Non viene effettuata profilazione in grado di identificarti univocamente;
Nel sito web è presente lo strumento di statistica Google Analytics che viene utilizzato per conoscere dati dettagliati su quante persone visitano il sito web e quali pagine guardano, ecc. Questo strumento è stato impostato in modo che il tuo indirizzo IP sia anonimizzato. Da queste statistiche quindi non è possibile risalire a una specifica persona.
Diritti degli interessati

In qualità di interessato, hai i diritti di cui all’art. 7 Codice Privacy e art. 15 GDPR e precisamente:

Diritto di accesso. Hai il diritto di ottenere la conferma che sia in corso un trattamento, l’accesso ai dati che ti riguardano e tutte le informazioni sulle finalità, sugli eventuali destinatari a cui vengono comunicati i tuoi dati personali, sull’origine dei dati (nel caso non sia raccolti presso l’interessato), sulla durata del trattamento e sulle eventuali conseguenze di un trattamento basato sulla profilazione;
Diritto di rettifica: Hai il diritto di richiedere la rettifica, l’integrazione o modifica dei dati personali che ti riguardano;
Diritto alla cancellazione: Puoi ottenere la cancellazione dei tuoi dati personali se non sono pertinenti, inadeguati rispetto alle finalità del trattamento, se revochi il consenso oppure se i dati sono trattati in un modo illecito;
Diritto alla limitazione del trattamento: Hai il diritto ad ottenere che il trattamento sui tuoi dati sia limitato, ossia, che i tuoi dati personali siano contrassegnati con l’obiettivo di limitarne l’ulteriore trattamento (eccetto quello strettamente tecnico per la conservazione);
Diritto alla portabilità: Hai il diritto di ottenere i dati in formato elettronico e che questi siano trasferiti a un altro titolare del trattamento (per i dati trattati con mezzi automatizzati e laddove sia tecnicamente possibile);
Per esercitare questi diritti potrai contattare il Titolare del trattamento attraverso la pagina contatti.

Diritto di opposizione

Hai il diritto di opporti in qualsiasi momento per motivi connessi alla tua situazione al trattamento dei dati personali che ti riguardano.

Hai il diritto di proporre reclamo a un'autorità di controllo se ritieni che siano stati violati i tuoi diritti o che i tuoi dati personali siano stati utilizzati in modo non corretto.

Conservazione e raccolta dei dati

I dati vengono conservati in formato elettronico o cartaceo nei modi più consoni e sicuri per un periodo di:

Dati obbligatori per legge (es. dati per la fatturazione) per un periodo definito dalla durata obbligatoria di legge;
Dati come indirizzi e-mail, nome e cognome, telefono, fax, ecc. fino a quando non ne richiedi la cancellazione o effettui la disiscrizione da eventuali servizi;
Conferimento dei dati o mancato conferimento

Il conferimento dei dati è obbligatorio per quel che riguarda gli obblighi di legge e facoltativo per quel che riguarda l’eventuale uso di specifici servizi. Il rifiuto dei dati obbligatori (come per esempio quelli per la fatturazione) impedisce di svolgere gli adempimenti connessi alla normale gestione del rapporto di lavoro, mentre il rifiuto dei dati necessari per i servizi impedisce l’erogazione degli stessi.

Modifiche alla presente informativa

La presente Informativa potrà subire variazioni e aggiornamenti.

I campi contrassegnati dall'asterisco (*) sono obbligatori