Roma Bella

Visite guidate a Roma e nel Lazio

APPUNTAMENTO: SABATO 10 APRILE 2021 H 15 A PIAZZA BOCCA DELLA VERITA' PRESSO LA FONTANA AL CENTRO DELLA PIAZZA. DURATA: 1 H E 30'. LA GUIDA E' RICONOSCIBILE IN LOCO DAL CARTELLO ROMA BELLA.

PRENOTAZIONE: OBBLIGATORIA VIA MAIL A: inforomabella@virgilio.it, o chiamando i n. tel. 0697858194; 0661661527, cel. 3669430785.

PUNTO DI INCONTRO PER LA VISITA GUIDATA DEL FORO BOARIO

La passeggiata guidata del foro boario ha inizio in Piazza Bocca delle Verità, di fronte alla fontana al centro della piazza.

Qui introdurremo questa importante area archeologica, che nel periodo arcaico si trovava subito al di fuori delle mura serviane (della metà del VI secolo a.C.) ed era dedicata esclusivamente al mercato del bestiame: era chiamata infatti Forum Boarium, letteralmente “mercato dei buoi”. La radura confinante con il fiume Tevere agli albori della città, nell’VIII secolo a.C., era frequentata sia da Etruschi, che scendevano a sud attraversando il fiume presso il guado a valle dell’isola tiberina, sia da Greci, che avevano addirittura fondato un emporion, ovvero uno stanziamento commerciale (quindi, non una colonia in senso stretto) sotto la tutela del semidio protettore dei commerci, Ercole. Proprio sotto la basilica di Santa Maria in Cosmedin si trova l’Ara Maxima Herculis, l’altare dedicato ad Ercole dai Greci, che Romolo, al momento della creazione del solco primigenio, confine sacro della città, decise di includere nel territorio urbano stante la sua importanza (pur essendo un culto straniero).

visite guidate tempio rotondo foro boario

In Piazza Bocca della Verità illustriamo il tempio rotondo del foro boario, eretto alla fine del II secolo a.C. da Marcus Octavius Herrenus, ricco mercante di olio, interamente in marmo greco, dedicandolo ad Ercole Vincitore o “Hercules Olivarius”. Il tempio è a pianta circolare, con 20 colonne in stile corinzio, ed è perfettamente conservato (all’interno fu ricavata la chiesa di Santo Stefano delle Carrozze).

Accanto al tempio rotondo visitiamo il tempio di Portunus, risalente alla fine del IV secolo a.C., uno pseudoperiptero ionico tetrastilo in tufo e travertino, dedicato alla divinità che proteggeva il Portus Tiberinus, fondato da Servio Tullio nella seconda metà del VI secolo a.C.

Proseguiamo alla volta della Basilica di Santa Maria in Cosmedin, una diaconia eretta nel VI secolo e nota anche come Santa Maria in Schola Graeca (a ricordo della antichissima presenza dei Greci in questo luogo) che include le strutture della Statio Annonae, il magazzino dove in età repubblicana avvenivano le distribuzioni gratuite di grano al popolo.

visita guidata foro boario e foro olitorio

Subito dopo ci attende un angolo del foro boario seminascosto alle pendici del Palatino, tra il c.d. Arco di Giano (denominazione errata, in realtà si tratta di un quadriportico fatto costruire da Costantino nel IV secolo d.C.) e la basilica di San Giorgio al Velabro. Qui illustreremo un singolare, piccolo monumento, il c.d. Arco degli Argentarii, un passaggio architravato eretto nel III secolo d.C. dai commercianti del foro boario in onore di Settimio Severo e della sua famiglia.

Passando per Via di San Giovanni Decollato, dove si trova la chiesa sede della Arciconfraternita omonima che si occupava della sepoltura dei condannati a morte per decapitazione, arriviamo alle pendici del Campidoglio, dove ai piedi della Rupe Tarpea si trovano importanti poli di interesse: la chiesa di Santa Maria della Consolazione, risalente al 1470, l’area sacra di Sant’Omobono dove furono rinvenuti negli scavi degli anni Trenta i resti di due templi arcaici dedicati a Fortuna e Mater Matuta, la Porta Carmentalis delle Mura Serviane e la Porticus Triumphalis. Da qui comincia il foro olitorio, il mercato dei legumi e delle verdure, una piazza stretta e lunga, delimitata dalle mura serviane alle pendici del Campidoglio, e dalle facciate di tre templi dedicati a Spes, Ianus e Iuno Sospita dal lato verso il Tevere.

Concludiamo la nostra passeggiata al Teatro Marcello, il secondo teatro più grande di Roma dopo quello di Pompeo, inaugurato nel 13 a.C. e intitolato alla memoria di Marco Claudio Marcello, nipote di Augusto. La cavea sorretta da arcate in travertino è molto ben conservata, mentre l’attico è stato completamente sostituito agli inizi del XVI secolo da un palazzo edificato da Baldassarre Peruzzi per la famiglia dei Savelli.

QUANTO COSTA LA VISITA GUIDATA DEL FORO BOARIO?

La visita guidata del foro boario e del foro olitorio è gratis per i soci. Il tesseramento si può fare anche sul posto, costa 15 euro, vale 12 mesi e consente di prendere parte ad un numero illimitato di iniziative culturali gratuite con l’associazione Roma Bella.

Contattaci


Titolare, responsabile e incaricati del trattamento
Il titolare del trattamento di questo sito web è

Associazione Roma Bella
C.F. 90128950566

L’elenco aggiornato dei responsabili e degli incaricati al trattamento può essere richiesto direttamente al titolare.

Finalità del trattamento

I Tuoi dati personali sono trattati per le seguenti finalità:

Gestire e mantenere il sito web;
Adempiere agli obblighi precontrattuali, contrattuali e fiscali derivanti da rapporti in essere;
Adempiere agli obblighi previsti dalla legge, da un regolamento, dalla normativa comunitaria o da un ordine dell’Autorità;
Prevenire o scoprire attività fraudolente o abusi dannosi per il sito web;
Inviarti via mail informazioni su prodotti o servizi;
Raccogliere e processare gli ordini da te effettuati;
Permettere di registrarti al sito web;
Permetterti l’iscrizione al servizio di newsletter fornito dal Titolare e degli ulteriori Servizi eventualmente da Te richiesti;
Inviarti via e-mail newsletter, comunicazioni commerciali e/o materiale pubblicitario su prodotti o servizi offerti dal Titolare
Soft spam

Nel caso fossi già cliente potrai ricevere comunicazioni commerciali tramite e-mail relative a servizi e prodotti analoghi a quelli di cui hai già usufruito. Potrai in qualsiasi momento richiedere la rimozione da questo servizio contattando il Titolare o facendo click nell’apposito pulsante all’interno delle mail.

Categorie di dati personali trattati

Il Titolare per quanto concerne questo sito web tratta dati personali e identificativi tra cui:

Dati di fatturazione: intestazione attività, indirizzo completo, codice fiscale, partita IVA;
Dati di contatto: telefono e e-mail;
Dati di contatto facoltativi: nome, cognome, telefono mobile, numero di fax e posta elettronica certificata;
Destinatari e categorie di destinatari a cui i tuoi dati personali vengono comunicati

Il Titolare comunicherà i tuoi dati ai soggetti ai quali la comunicazione è obbligatoria per legge, come ad esempio soggetti che gestiscono i dati ai fini fiscali o organismi di vigilanza e autorità giudiziarie. I Tuoi dati non saranno diffusi a terzi.

Informiamo inoltre che i dati sono custoditi per nostro conto da soggetti terzi tramite servizi specifici che ci vengono forniti (database, fornitori di hosting, fornitori di servizi web, soggetti che gestiscono i nostri computer o i nostri software).

Modalità del trattamento

Il trattamento dei Tuoi dati personali è realizzato conformemente alla vigente norma. I Tuoi dati personali possono essere sottoposti a trattamento sia cartaceo che elettronico e saranno trattati in modo corretto, trasparente e con la massima tutela per le tue informazioni.

Non viene effettuata profilazione in grado di identificarti univocamente;
Nel sito web è presente lo strumento di statistica Google Analytics che viene utilizzato per conoscere dati dettagliati su quante persone visitano il sito web e quali pagine guardano, ecc. Questo strumento è stato impostato in modo che il tuo indirizzo IP sia anonimizzato. Da queste statistiche quindi non è possibile risalire a una specifica persona.
Diritti degli interessati

In qualità di interessato, hai i diritti di cui all’art. 7 Codice Privacy e art. 15 GDPR e precisamente:

Diritto di accesso. Hai il diritto di ottenere la conferma che sia in corso un trattamento, l’accesso ai dati che ti riguardano e tutte le informazioni sulle finalità, sugli eventuali destinatari a cui vengono comunicati i tuoi dati personali, sull’origine dei dati (nel caso non sia raccolti presso l’interessato), sulla durata del trattamento e sulle eventuali conseguenze di un trattamento basato sulla profilazione;
Diritto di rettifica: Hai il diritto di richiedere la rettifica, l’integrazione o modifica dei dati personali che ti riguardano;
Diritto alla cancellazione: Puoi ottenere la cancellazione dei tuoi dati personali se non sono pertinenti, inadeguati rispetto alle finalità del trattamento, se revochi il consenso oppure se i dati sono trattati in un modo illecito;
Diritto alla limitazione del trattamento: Hai il diritto ad ottenere che il trattamento sui tuoi dati sia limitato, ossia, che i tuoi dati personali siano contrassegnati con l’obiettivo di limitarne l’ulteriore trattamento (eccetto quello strettamente tecnico per la conservazione);
Diritto alla portabilità: Hai il diritto di ottenere i dati in formato elettronico e che questi siano trasferiti a un altro titolare del trattamento (per i dati trattati con mezzi automatizzati e laddove sia tecnicamente possibile);
Per esercitare questi diritti potrai contattare il Titolare del trattamento attraverso la pagina contatti.

Diritto di opposizione

Hai il diritto di opporti in qualsiasi momento per motivi connessi alla tua situazione al trattamento dei dati personali che ti riguardano.

Hai il diritto di proporre reclamo a un'autorità di controllo se ritieni che siano stati violati i tuoi diritti o che i tuoi dati personali siano stati utilizzati in modo non corretto.

Conservazione e raccolta dei dati

I dati vengono conservati in formato elettronico o cartaceo nei modi più consoni e sicuri per un periodo di:

Dati obbligatori per legge (es. dati per la fatturazione) per un periodo definito dalla durata obbligatoria di legge;
Dati come indirizzi e-mail, nome e cognome, telefono, fax, ecc. fino a quando non ne richiedi la cancellazione o effettui la disiscrizione da eventuali servizi;
Conferimento dei dati o mancato conferimento

Il conferimento dei dati è obbligatorio per quel che riguarda gli obblighi di legge e facoltativo per quel che riguarda l’eventuale uso di specifici servizi. Il rifiuto dei dati obbligatori (come per esempio quelli per la fatturazione) impedisce di svolgere gli adempimenti connessi alla normale gestione del rapporto di lavoro, mentre il rifiuto dei dati necessari per i servizi impedisce l’erogazione degli stessi.

Modifiche alla presente informativa

La presente Informativa potrà subire variazioni e aggiornamenti.

I campi contrassegnati dall'asterisco (*) sono obbligatori