Roma Bella

Visite guidate a Roma e nel Lazio

APPUNTAMENTO: DOMENICA 15 MAGGIO 2022, H 16, A PIAZZA CLEMENTE XI, DAVANTI AL SUPERMERCATO ALTA. Termine a Piazza Capecelatro. DURATA 1 H 45'. 

Prenotazione obbligatoria, chiamando i nn. 0697858194, 0661661527, cell. 3669430785 (whatsapp dott. Massimo Morandi Tarabella), o scrivendo una mail a: inforomabella@virgilio.it.

La borgata Primavalle nasce nel 1935 nel quadrante Nord-Ovest della città. La sua origine è dovuta alle esigenze del regime fascista di creare “borgate modello” adatte ad ospitare gli abitanti del centro, provenienti soprattutto dal rione Borgo, completamente sventrato per consentire la realizzazione dell’attuale Via della Conciliazione. Già dalla fine degli anni Venti esistevano le casette rosse, veri e propri alloggi di ricovero per sfrattati, demolite definitivamente negli anni Sessanta. In totale verranno edificati 32 lotti, completati tra gli anni Cinquanta e Sessanta: palazzine fino a tre piani con cortili interni o baracche in muratura con una sola stanza e cucinino. La borgata si caratterizza fin dagli inizi per le condizioni igienico-sanitarie estremamente precarie, dovute alla presenza dei fossi di raccolta di acque nelle attuali Via Mattia Battistini e Via Pietro Bembo: vere e proprie discariche a cielo aperto di rifiuti fognari, note con il termine marrane, oltre all’esistenza di un depuratore a decantazione, abbattuto solo negli anni Settanta.

Nell’immediato dopoguerra Primavalle salterà alle cronache nazionali per le proteste operaie, gli scontri con la polizia e fatti di sangue. Dall’uccisione del giovane Giuseppe Tanas, avvenuta durante uno sciopero al contrario, alla morte della tredicenne Annarella Bracci, colpita nel tentativo di sfuggire ad una violenza, l’immagine del quartiere, già compromessa, apparve alla nazione in tutto il suo degrado.

Dagli anni Settanta inizia un periodo di risistemazione che vede la demolizione delle baracche in muratura, la ristrutturazione dei lotti più vecchi, la costruzione di nuove case, la chiusura del depuratore e delle marrane, oltre all’inserimento di nuovi edifici scolastici.

Sono gli anni del Comitato di lotta per la casa, le cui battaglie incideranno notevolmente sullo sviluppo del quartiere, e di numerose organizzazioni politiche e cattoliche, presenti sul territorio con le loro sedi. In un clima sociale incandescente si consuma Il rogo di Primavalle: nella notte del 16 aprile 1973, in una palazzina di Via Bernardo da Bibbiena, alcuni esponenti di Potere Operaio vengono accusati di aver appiccato il fuoco nella casa di Mario Mattei, segretario della locale sezione del Movimento Sociale, causando la morte dei due giovani figli Stefano e Virgilio.

Tra la malavita e la piaga della droga, Primavalle inizia a risollevarsi dagli anni Ottanta, quando un gruppo di Madri coraggio di ragazzi schiavi dell’eroina denunciarono gli spacciatori, costituendo una vera comunità di recupero nei locali di una palestra occupata.

In questi ultimi anni Primavalle è tornata ad essere un quartiere “normale”, grazie all’apertura della linea A della metropolitana, alla presenza di servizi territoriali e di Associazioni che tendono a prendersi cura della realtà locale, degli spazi comuni, del supporto ai più deboli.

Il nostro percorso si snoderà tra le piazze principali del quartiere (Piazza Clemente XI, Piazza San Zaccaria Papa e Piazza Capecelatro), raccontando la sua storia attraverso gli splendidi murales che la caratterizzano, nati nel 2012 dalla collaborazione tra l’associazione “Vengo da Primavalle” e il collettivo di street-art “Invisibile” (ex Muracci Nostri). Un insieme di opere realizzate da artisti italiani e internazionali; dalla celebre Ingrid Bergman mascherata di Omino ’71 al murales triste del francese La Rouille, fino alle opere pregne di contenuto politico di Collettivo FX.

Un viaggio alla scoperta di una borgata che ha saputo reinventarsi, nel tentativo di raccontare i suoi abitanti e valorizzare, rendendo memoria, le pagine più dolorose della sua storia.

La visita guidata nel quartiere Primavalle è gratis per i soci di Roma Bella. La tessera associativa costa 15 euro, si può fare anche sul posto, dura 12 mesi, consente di aderire a un numero illimitato di attività culturali gratis.

Testo: cortesia dott. Beatrice Scagliola.

Contattaci


Titolare, responsabile e incaricati del trattamento
Il titolare del trattamento di questo sito web è

Associazione Roma Bella
C.F. 90128950566

L’elenco aggiornato dei responsabili e degli incaricati al trattamento può essere richiesto direttamente al titolare.

Finalità del trattamento

I Tuoi dati personali sono trattati per le seguenti finalità:

Gestire e mantenere il sito web;
Adempiere agli obblighi precontrattuali, contrattuali e fiscali derivanti da rapporti in essere;
Adempiere agli obblighi previsti dalla legge, da un regolamento, dalla normativa comunitaria o da un ordine dell’Autorità;
Prevenire o scoprire attività fraudolente o abusi dannosi per il sito web;
Inviarti via mail informazioni su prodotti o servizi;
Raccogliere e processare gli ordini da te effettuati;
Permettere di registrarti al sito web;
Permetterti l’iscrizione al servizio di newsletter fornito dal Titolare e degli ulteriori Servizi eventualmente da Te richiesti;
Inviarti via e-mail newsletter, comunicazioni commerciali e/o materiale pubblicitario su prodotti o servizi offerti dal Titolare
Soft spam

Nel caso fossi già cliente potrai ricevere comunicazioni commerciali tramite e-mail relative a servizi e prodotti analoghi a quelli di cui hai già usufruito. Potrai in qualsiasi momento richiedere la rimozione da questo servizio contattando il Titolare o facendo click nell’apposito pulsante all’interno delle mail.

Categorie di dati personali trattati

Il Titolare per quanto concerne questo sito web tratta dati personali e identificativi tra cui:

Dati di fatturazione: intestazione attività, indirizzo completo, codice fiscale, partita IVA;
Dati di contatto: telefono e e-mail;
Dati di contatto facoltativi: nome, cognome, telefono mobile, numero di fax e posta elettronica certificata;
Destinatari e categorie di destinatari a cui i tuoi dati personali vengono comunicati

Il Titolare comunicherà i tuoi dati ai soggetti ai quali la comunicazione è obbligatoria per legge, come ad esempio soggetti che gestiscono i dati ai fini fiscali o organismi di vigilanza e autorità giudiziarie. I Tuoi dati non saranno diffusi a terzi.

Informiamo inoltre che i dati sono custoditi per nostro conto da soggetti terzi tramite servizi specifici che ci vengono forniti (database, fornitori di hosting, fornitori di servizi web, soggetti che gestiscono i nostri computer o i nostri software).

Modalità del trattamento

Il trattamento dei Tuoi dati personali è realizzato conformemente alla vigente norma. I Tuoi dati personali possono essere sottoposti a trattamento sia cartaceo che elettronico e saranno trattati in modo corretto, trasparente e con la massima tutela per le tue informazioni.

Non viene effettuata profilazione in grado di identificarti univocamente;
Nel sito web è presente lo strumento di statistica Google Analytics che viene utilizzato per conoscere dati dettagliati su quante persone visitano il sito web e quali pagine guardano, ecc. Questo strumento è stato impostato in modo che il tuo indirizzo IP sia anonimizzato. Da queste statistiche quindi non è possibile risalire a una specifica persona.
Diritti degli interessati

In qualità di interessato, hai i diritti di cui all’art. 7 Codice Privacy e art. 15 GDPR e precisamente:

Diritto di accesso. Hai il diritto di ottenere la conferma che sia in corso un trattamento, l’accesso ai dati che ti riguardano e tutte le informazioni sulle finalità, sugli eventuali destinatari a cui vengono comunicati i tuoi dati personali, sull’origine dei dati (nel caso non sia raccolti presso l’interessato), sulla durata del trattamento e sulle eventuali conseguenze di un trattamento basato sulla profilazione;
Diritto di rettifica: Hai il diritto di richiedere la rettifica, l’integrazione o modifica dei dati personali che ti riguardano;
Diritto alla cancellazione: Puoi ottenere la cancellazione dei tuoi dati personali se non sono pertinenti, inadeguati rispetto alle finalità del trattamento, se revochi il consenso oppure se i dati sono trattati in un modo illecito;
Diritto alla limitazione del trattamento: Hai il diritto ad ottenere che il trattamento sui tuoi dati sia limitato, ossia, che i tuoi dati personali siano contrassegnati con l’obiettivo di limitarne l’ulteriore trattamento (eccetto quello strettamente tecnico per la conservazione);
Diritto alla portabilità: Hai il diritto di ottenere i dati in formato elettronico e che questi siano trasferiti a un altro titolare del trattamento (per i dati trattati con mezzi automatizzati e laddove sia tecnicamente possibile);
Per esercitare questi diritti potrai contattare il Titolare del trattamento attraverso la pagina contatti.

Diritto di opposizione

Hai il diritto di opporti in qualsiasi momento per motivi connessi alla tua situazione al trattamento dei dati personali che ti riguardano.

Hai il diritto di proporre reclamo a un'autorità di controllo se ritieni che siano stati violati i tuoi diritti o che i tuoi dati personali siano stati utilizzati in modo non corretto.

Conservazione e raccolta dei dati

I dati vengono conservati in formato elettronico o cartaceo nei modi più consoni e sicuri per un periodo di:

Dati obbligatori per legge (es. dati per la fatturazione) per un periodo definito dalla durata obbligatoria di legge;
Dati come indirizzi e-mail, nome e cognome, telefono, fax, ecc. fino a quando non ne richiedi la cancellazione o effettui la disiscrizione da eventuali servizi;
Conferimento dei dati o mancato conferimento

Il conferimento dei dati è obbligatorio per quel che riguarda gli obblighi di legge e facoltativo per quel che riguarda l’eventuale uso di specifici servizi. Il rifiuto dei dati obbligatori (come per esempio quelli per la fatturazione) impedisce di svolgere gli adempimenti connessi alla normale gestione del rapporto di lavoro, mentre il rifiuto dei dati necessari per i servizi impedisce l’erogazione degli stessi.

Modifiche alla presente informativa

La presente Informativa potrà subire variazioni e aggiornamenti.

I campi contrassegnati dall'asterisco (*) sono obbligatori