Roma Bella

Visite guidate a Roma e nel Lazio

APPUNTAMENTO: MARTEDI 29 DICEMBRE 2020 H 16 ALL'INGRESSO DELLA BASILICA. DURATA: 1 H. LA GUIDA E' RICONOSCIBILE IN LOCO DAL CARTELLO ROMA BELLA.

PRENOTAZIONE: OBBLIGATORIA VIA MAIL A: inforomabella@virgilio.it, o chiamando i n. tel. 0697858194; 0661661527, o compilando il form sotto. Visita guidata gratuita.

La Basilica di Santo Stefano Rotondo al Celio è un titolo cardinalizio collegato alla Basilica di San Lorenzo fuori le mura. E’ conosciuta anche come Santo Stefano in Girimonte, Santo Stefano in Querquetulano e Santo Stefano in capite Africæ, per la sua prossimità all'antico Vicus Capitis Africae.

L’erezione del luogo di culto avvenne nel V secolo per volontà di papa Leone I (440-461), probabilmente a partire dagli anni finali del suo pontificato: due monete dell'imperatore Libio Severo (461-465) sono state rinvenute nelle fondazioni dell’edificio, inoltre in base agli studi di dendrocronologia, si è potuto constatare che il legno usato per le travi del tetto fu tagliato intorno al 455. La chiesa fu però consacrata da papa Simplicio (468-483).

Fin dall’origine aveva pianta circolare, con tre cerchi concentrici delimitati da colonne architravate, sulle quali poggiava un tamburo alto 22 metri. Nell'anello più esterno, alcuni colonnati radiali delimitavano quattro ambienti di maggiore altezza, che iscrivevano nella pianta circolare una croce greca.

Gli interni erano magnificamente ornati con lastre marmoree: il pavimento originale era in marmo cipollino e fori sulle pareti testimoniano la presenza di un rivestimento in marmo. L'altare si trovava nello spazio centrale, inserito in un recinto con balaustre marmoree traforate.

La pianta si ispira a due ben precisi modelli di luogo di culto a pianta circolare, quello con deambulatorio e quello a croce greca, utilizzati entrambi già a partire da Costantino in particolare per i martyria, i monumenti sulle tombe dei martiri.

Vi sono forti richiami anche alla pianta rotonda della basilica del Santo Sepolcro a Gerusalemme che, per la sua importanza, costituì un modello per l'architettura sacra Occidentale, per molti secoli.

Tra il 523 e il 529 furono aggiunti mosaici e molti altri marmi preziosi. Vi fu inoltre aggiunta una cattedra marmorea tuttora conservata, sulla quale secondo la tradizione avrebbe predicato papa Gregorio Magno.

Nel VII secolo papa Teodoro I (642-649) portò qui le reliquie dei Santi Primo e Feliciano. Sulla tomba dei due martiri fu costruito un nuovo altare, alle spalle del quale il muro perimetrale fu abbattuto per erigervi al suo posto una piccola abside.

La chiesa cadde in abbandono nei secoli successivi e fu ricostruita da papa Innocenzo II  tra il 1139 e il 1143: l'anello esterno e tre dei quattro bracci furono abbandonati, mentre rimase in funzione solo quello che accoglieva la cappella di Primo e Feliciano. Il colonnato più esterno venne tamponato con muri in laterizio e fu creato un porticato di ingresso coperto a volta.

Tuttavia l'edificio, privo di un clero residente, continuò ad essere trascurato e nel 1420 la chiesa fu descritta come basilica disrupta e addirittura fu scambiata con i resti di un tempio romano dedicato al dio Fauno: fu ribattezzata “Tempio di Bacco” e tale denominazione durò fino al XIX secolo.

La chiesa venne quindi assegnata all'Ordine Paolino che la ebbe fino al 1580, quando papa Gregorio XIII la affidò al "Collegium hungaricum", poi a sua volta unificato al "Collegium germanicum", una confraternita retta dai gesuiti destinata ad accogliere i sacerdoti di lingua tedesca.

Nel 1583 il Pomarancio fu incaricato di affrescare il muro dell’ambulacro esterno con le celebri scene di martirio ancora oggi ben visibili. Il ciclo inizia con la Strage degli innocenti, prosegue con la Crocifissione di Gesù, a cui segue il martirio di Santo Stefano, e poi le raffigurazioni dei supplizi degli Apostoli.

Nel XVIII secolo fu ricavata una nuova cappella nazionale ungherese per gli studenti provenienti dal Regno d'Ungheria.

Contattaci


Titolare, responsabile e incaricati del trattamento
Il titolare del trattamento di questo sito web è

Associazione Roma Bella
C.F. 90128950566

L’elenco aggiornato dei responsabili e degli incaricati al trattamento può essere richiesto direttamente al titolare.

Finalità del trattamento

I Tuoi dati personali sono trattati per le seguenti finalità:

Gestire e mantenere il sito web;
Adempiere agli obblighi precontrattuali, contrattuali e fiscali derivanti da rapporti in essere;
Adempiere agli obblighi previsti dalla legge, da un regolamento, dalla normativa comunitaria o da un ordine dell’Autorità;
Prevenire o scoprire attività fraudolente o abusi dannosi per il sito web;
Inviarti via mail informazioni su prodotti o servizi;
Raccogliere e processare gli ordini da te effettuati;
Permettere di registrarti al sito web;
Permetterti l’iscrizione al servizio di newsletter fornito dal Titolare e degli ulteriori Servizi eventualmente da Te richiesti;
Inviarti via e-mail newsletter, comunicazioni commerciali e/o materiale pubblicitario su prodotti o servizi offerti dal Titolare
Soft spam

Nel caso fossi già cliente potrai ricevere comunicazioni commerciali tramite e-mail relative a servizi e prodotti analoghi a quelli di cui hai già usufruito. Potrai in qualsiasi momento richiedere la rimozione da questo servizio contattando il Titolare o facendo click nell’apposito pulsante all’interno delle mail.

Categorie di dati personali trattati

Il Titolare per quanto concerne questo sito web tratta dati personali e identificativi tra cui:

Dati di fatturazione: intestazione attività, indirizzo completo, codice fiscale, partita IVA;
Dati di contatto: telefono e e-mail;
Dati di contatto facoltativi: nome, cognome, telefono mobile, numero di fax e posta elettronica certificata;
Destinatari e categorie di destinatari a cui i tuoi dati personali vengono comunicati

Il Titolare comunicherà i tuoi dati ai soggetti ai quali la comunicazione è obbligatoria per legge, come ad esempio soggetti che gestiscono i dati ai fini fiscali o organismi di vigilanza e autorità giudiziarie. I Tuoi dati non saranno diffusi a terzi.

Informiamo inoltre che i dati sono custoditi per nostro conto da soggetti terzi tramite servizi specifici che ci vengono forniti (database, fornitori di hosting, fornitori di servizi web, soggetti che gestiscono i nostri computer o i nostri software).

Modalità del trattamento

Il trattamento dei Tuoi dati personali è realizzato conformemente alla vigente norma. I Tuoi dati personali possono essere sottoposti a trattamento sia cartaceo che elettronico e saranno trattati in modo corretto, trasparente e con la massima tutela per le tue informazioni.

Non viene effettuata profilazione in grado di identificarti univocamente;
Nel sito web è presente lo strumento di statistica Google Analytics che viene utilizzato per conoscere dati dettagliati su quante persone visitano il sito web e quali pagine guardano, ecc. Questo strumento è stato impostato in modo che il tuo indirizzo IP sia anonimizzato. Da queste statistiche quindi non è possibile risalire a una specifica persona.
Diritti degli interessati

In qualità di interessato, hai i diritti di cui all’art. 7 Codice Privacy e art. 15 GDPR e precisamente:

Diritto di accesso. Hai il diritto di ottenere la conferma che sia in corso un trattamento, l’accesso ai dati che ti riguardano e tutte le informazioni sulle finalità, sugli eventuali destinatari a cui vengono comunicati i tuoi dati personali, sull’origine dei dati (nel caso non sia raccolti presso l’interessato), sulla durata del trattamento e sulle eventuali conseguenze di un trattamento basato sulla profilazione;
Diritto di rettifica: Hai il diritto di richiedere la rettifica, l’integrazione o modifica dei dati personali che ti riguardano;
Diritto alla cancellazione: Puoi ottenere la cancellazione dei tuoi dati personali se non sono pertinenti, inadeguati rispetto alle finalità del trattamento, se revochi il consenso oppure se i dati sono trattati in un modo illecito;
Diritto alla limitazione del trattamento: Hai il diritto ad ottenere che il trattamento sui tuoi dati sia limitato, ossia, che i tuoi dati personali siano contrassegnati con l’obiettivo di limitarne l’ulteriore trattamento (eccetto quello strettamente tecnico per la conservazione);
Diritto alla portabilità: Hai il diritto di ottenere i dati in formato elettronico e che questi siano trasferiti a un altro titolare del trattamento (per i dati trattati con mezzi automatizzati e laddove sia tecnicamente possibile);
Per esercitare questi diritti potrai contattare il Titolare del trattamento attraverso la pagina contatti.

Diritto di opposizione

Hai il diritto di opporti in qualsiasi momento per motivi connessi alla tua situazione al trattamento dei dati personali che ti riguardano.

Hai il diritto di proporre reclamo a un'autorità di controllo se ritieni che siano stati violati i tuoi diritti o che i tuoi dati personali siano stati utilizzati in modo non corretto.

Conservazione e raccolta dei dati

I dati vengono conservati in formato elettronico o cartaceo nei modi più consoni e sicuri per un periodo di:

Dati obbligatori per legge (es. dati per la fatturazione) per un periodo definito dalla durata obbligatoria di legge;
Dati come indirizzi e-mail, nome e cognome, telefono, fax, ecc. fino a quando non ne richiedi la cancellazione o effettui la disiscrizione da eventuali servizi;
Conferimento dei dati o mancato conferimento

Il conferimento dei dati è obbligatorio per quel che riguarda gli obblighi di legge e facoltativo per quel che riguarda l’eventuale uso di specifici servizi. Il rifiuto dei dati obbligatori (come per esempio quelli per la fatturazione) impedisce di svolgere gli adempimenti connessi alla normale gestione del rapporto di lavoro, mentre il rifiuto dei dati necessari per i servizi impedisce l’erogazione degli stessi.

Modifiche alla presente informativa

La presente Informativa potrà subire variazioni e aggiornamenti.

I campi contrassegnati dall'asterisco (*) sono obbligatori